Dragons alle prese con un’infermeria che dà qualche grattacapo a coach Pinelli

Partita sicuramente basilare per la SIBE che sabato 18 marzo, palla a due alzata alle 18,30 da Giustarini di Grosseto e Piram di Piombino, sarà al PalaBertolazzi di Montale a cercare di prendersi la rivincita con i pistoiesi che all’andata espugnarono le Toscanini con due primi quarti da manuale. In quella gara i Dragons erano privi di Evotti e avevano Staino visibilmente menomato; ma anche stavolta non è che coach Pinelli possa dormire sonni tranquilli a causa di una infermeria fin troppo folta. Il top scorer Staino è ancora al palo, e difficilmente sarà recuperato, mentre in settimana allenamenti a singhiozzo anche per altri elementi della rosa. Ma i pratesi sanno dell’importanza del match, ed adesso che in classifica hanno riagguantato gli avversari di sabato prossimo, vogliono provare a dar seguito, dopo tre entusiasmanti trionfi contro squadre nettamente avanti in classifica, ad un discreto momento e provare ad allontanare lo spettro dei play out quando siamo arrivati a 6 gare dal termine della regular season.

Montale però è un osso molto duro capace di tenere, soprattutto fra le mura amiche, alti punteggi come dimostrano gli oltre 100 punti inflitti a Castelfiorentino, e dopo un periodo di appannamento per qualche infortunio di troppo, stanno facendo del loro palazzetto, un fortino difficilmente espugnabile, come dimostrato nelle ultime 5 giornate dove al PalaBertolazzi è passato solo il Don Bosco, squadra più accreditata al salto di categoria a detta di tutti i pronostici.

Coach Tonfoni non ha patito più di tanto la rinuncia all’ex Prato Magni, all’estero per motivi di studio, perché capitan Magnini ha dato un valido apporto sui due lati del campo. Fra gli interni spicca l’altro pratese Rossi, buoni trascorsi in serie B, e Giusti, che si sta ritagliando sempre maggior minutaggio. La front line è di grande spessore con bomber Nesi, 28enne più volte capocannoniere del girone negli anni scorsi, Tasselli e Della Rosa, che si alternano nel ruolo di play guardia sfruttando la loro abilità dai 6,75 ed il giovane Navicelli che sa dettare i tempi ed imbeccare i tanti terminali offensivi a disposizione. La squadra pistoiese è anche la migliore dalla linea della carità, con percentuali al di sopra del 75%.

Per la SIBE sarà importante giocare al proprio ritmo e provare a limitare le palle perse, come non riuscì a fare all’andata quando furono ben 18 che spesso innescarono il micidiale contropiede avversario. E perdurando le cattive condizioni di Staino, Vannoni e Mariotti saranno chiamati agli straordinari per vendicare il meno 15 dell’andata.

Non ci sarà poi molto da dissertare sull’esito di questo incontro, perché già giovedì 23, inizio ore 21, i Dragons saranno impegnati alle Toscanini, contro la Pielle Livorno solitaria capo classifica. E sarà un periodo senza requie per tutti, visto che in 21 giorni le squadre saranno impegnati in 6 gare, quasi tutte importantissime per la classifica dove niente è ancora deciso, sia per la griglia play off, che per quella play out e neppure per le due che retrocederanno direttamente in Silver.

Comunicato Stampa N°  58

LASCIA UN COMMENTO